Magazzino ricambi
auto e moto

Il magazzino ricambi auto del CAAT è una realtà commerciale nata nel 2003, voluta dalle 150 officine meccaniche consorziate sul territorio provinciale e strutturata per essere al loro servizio.

Con la collaudata forma degli acquisti collettivi le officine consorziate riescono a distinguersi dalla concorrenza nel mondo dell’autoriparazione, permettendo di fare le riparazioni delle autovetture dei loro clienti ad un minor costo, mantenendo alta la qualità del ricambio.

E’ infatti questa la filosofia dell’attività consortile, mettere insieme le forze di tanti “piccoli” per diventare un soggetto “grande” e quindi in grado di farsi valere sul mercato degli acquisti.

Anche per le officine è più facile confrontarsi e credere nel “loro consorzio” piuttosto che in un fornitore qualsiasi, più facile perché hanno immediatamente il riscontro del vantaggio di “stare insieme” sapendo che il magazzino del loro consorzio non ha lo scopo di fare utili, ma di trasferire i benefici alle loro officine.

Con questi presupposti e con un po’ di tenacia e lungimiranza, si sono superati alcuni momenti critici e ora l’attività sta dando buoni risultati con performance di crescita di oltre il 25% annuo, che per il consorzio significa avere il riscontro favorevole da parte dei soci che acquistano, sia in termini di qualità, sia di prezzo, sia di servizio.

Con lo sviluppo dell’attività si sono raggiunti anche risultati commerciali importanti, quali il riconoscimento di fornitore esclusivista per il Trentino da parte di importanti aziende tipo VARTA per le batterie, OSRAM per le lampade auto e USAG per tutta l’attrezzatura specifica.

Il percorso non è terminato. Si sta lavorando per migliorare l’attività del magazzino con un nuovo gestionale e l’uso dei codici a barre sui ricambi. Anche sul fronte della formazione il magazzino è lo strumento per poter fare interventi mirati, ottimizzando la location dei corsi, gli argomenti ed i costi.

Ma la sfida vera è sulla fidelizzazione dei consorziati/clienti nel senso del loro coinvolgimento in un’operazione che li vede attori di una comunità che avrà come denominatore comune un portale informatico.

Portale sul quale le officine potranno confrontarsi e trovare in forma univoca e semplice, tutte quelle informazioni tecniche, commerciali e perché no, legali e fiscali; essere collegate ai principali motori di ricerca dei ricambi ed alle più aggiornate banche dati, usufruire dell’ e-commerce del loro magazzino e quello delle principali case che hanno stretto accordi commerciali con il CAAT.

Insomma un magazzino che serve a fare “gruppo”, a fare “comunità”, a tenersi aggiornati e competitivi, a dare ai singoli “piccoli” le opportunità ed i vantaggi di essere “grandi” quando serve e senza i tipici costi fissi.