12/03/2018
Mobilità elettrica, al via in Trentino piano da 20 milioni in 5 anni

Venti milioni in cinque anni per spingere sulla mobilità elettrica, moltiplicando le colonnine sul territorio e incentivando l’acquisto di veicoli e biciclette ecologiche. È l’imponente piano messo in atto dalla giunta provinciale che punta con decisione sulla mobilità a basso impatto ambientale.

Un migliaio sono i veicoli elettrici immatricolati in Trentino, per i quali sono state installate 76 colonnine. Gli investimenti futuri si concentreranno su un’espansione di queste ultime (per circa 1,6 milioni di euro), ma anche su contributi per finanziare l’acquisto di mezzi elettrici (circa 14 milioni di euro)

Sono state attivate agevolazioni per l'acquisto di autoveicoli elettrici e ibridi plug-in per i cittadini, l'incentivo varia da 4.000 euro a 6.000 euro, a seconda che si tratti rispettivamente di autoveicoli ibridi plug-in con almeno 5 kWh di batteria (autoveicolo elettrico/benzina dotato di presa per ricarica elettrica) o autoveicoli elettrici. Di questi 2.000 euro sono una riduzione del prezzo, rispetto al listino di vendita ufficiale su strada, praticato dai rivenditori di autoveicoli aderenti alla convenzione con la Provincia autonoma di Trento.

Sono stati avviati anche incentivi per l'installazione di colonnine per la ricarica per privati e aziende. In arrivo nei prossimi mesi anche ulteriori incentivi per l'installazione di colonnine di ricarica pubbliche e agevolazioni per l'acquisto di flotte di veicoli elettrici per le aziende e gli enti locali. Per il momento, il contributo è del 60% della spesa con un massimo di 1.500 euro per l'acquisto di colonnine di ricarica per veicoli elettrici o ibridi plug in, nel limite di 5 stazioni per ciascun richiedente.

FONTE: https://www.repubblica.it/economia/rapporti/energitalia/territori/2018/02/19/news/mobilita_elettrica_al_via_in_trentino_piano_da_20_milioni_in_5_anni-186601714/?refresh_ce

https://www.ladige.it/news/cronaca/2017/09/23/arrivano-contributi-lauto-elettrica-stanziati-20-milioni-cinque-anni

 

ULTIME NOTIZIE
07/03/2019
Le sempre più stringenti normative in tema di emissioni stanno minando il futuro del diesel. Se, da un lato, questo tipo di alimentazione consente notevoli risparmi agli automobilisti che percorrono migliaia di chilometri l’anno, dall’altro il motore diesel non è più visto di buon occhio dai legislatori europei che ritengono questa motorizzazione particolarmente inquinante.
04/03/2019
La qualità dell’aria è diventata ormai un tema di quotidiana importanza, oggetto delle principali preoccupazioni di enti, istituzioni e governi internazionali.
20/02/2019
Il Parlamento Europeo ha approvato una proposta di legge per rendere obbligatori i sistemi ADAS su veicoli di nuova immatricolazione a partire dal 2020. In particolare tutti i nuovi veicoli, siano essi auto, furgoni, truck e bus, dovranno ben presto obbligatoriamente essere equipaggiati con sistemi come frenata automatica di emergenza, predisposizione a etilometro integrato, riconoscimento sonnolenza e soglia di attenzione, registrazione in caso d’incidente, avviso di frenata d’emergenza, cruise control adattativo, mantenimento attivo dell’auto in carreggiata, telecamera di retromarcia o sensori di prossimità.
11/02/2019
È una vera rivoluzione quella che riguarda le biciclette prevista dal nuovo codice della strada, in discussione in Commissione Trasporti alla Camera. Nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 km orari potranno andare contromano
11/02/2019
Il governo ha deciso di mettere un freno al fenomeno della "esterovestizione", cioè alla finta residenza fiscale all'estero di una società che con questo escamotage può immatricolare un veicolo oltreconfine e avere una targa straniera, pur svolgendo la propria attività lavorativa prevalentemente in Italia.