29/05/2018
Targa prova: solo sulle auto nuove da immatricolare

Riportiamo quanto pubblicato oggi martedì 29 maggio 2018 sul sito dell'Associazione Artigiani, sul quotidiano L'Adige a pag. 10 e sul Trentino a pag. 20 circa l'uso della targa prova.

Secondo il Ministero dell’Interno la targa prova si potrà usare solo sulle auto nuove da immatricolare. È questo quanto è emerso dalla recente circolare che stabilisce come “l'autorizzazione alla circolazione di prova di cui all'art. 98 C.d.S. abbia il solo scopo di evitare di munire della carta di circolazione un veicolo che circola su strada”.

“Centinaia di autoriparatori in Trentino e migliaia in Italia vedranno fortemente limitata la possibilità di provare i veicoli riparati, o meglio, dovranno provare i veicoli “usando” l’assicurazione del proprietario della vettura e non potranno più utilizzare la targa prova”.

Così si esprime preoccupato il Presidente dei Carrozzieri Melzani, cui si aggiungono le preoccupazioni del Presidente dei Meccatronici Giacomini: “Questa indicazione del Ministero dell’Interno renderà di fatto inutile la targa prova che serviva a coprire dal punto di vista assicurativo il veicolo durante le prove su strada degli autoriparatori per verificare la bontà della riparazione”.

È evidente che questo provvedimento metterà in seria difficoltà tutte le imprese del mondo dell’autoriparazione, situazione considerata inaccettabile da parte dell’Associazione Artigiani.

Melzani conclude auspicando una rapida soluzione della problematica, mentre Confartigianato a livello nazionale si è già mossa con il Ministero per capire se sia possibile correre ai ripari e correggere il tiro di questa circolare.


Riferimento per la notizia

ASSOCIAZIONE ARTIGIANI TRENTO

 

ULTIME NOTIZIE
07/03/2019
Le sempre più stringenti normative in tema di emissioni stanno minando il futuro del diesel. Se, da un lato, questo tipo di alimentazione consente notevoli risparmi agli automobilisti che percorrono migliaia di chilometri l’anno, dall’altro il motore diesel non è più visto di buon occhio dai legislatori europei che ritengono questa motorizzazione particolarmente inquinante.
04/03/2019
La qualità dell’aria è diventata ormai un tema di quotidiana importanza, oggetto delle principali preoccupazioni di enti, istituzioni e governi internazionali.
20/02/2019
Il Parlamento Europeo ha approvato una proposta di legge per rendere obbligatori i sistemi ADAS su veicoli di nuova immatricolazione a partire dal 2020. In particolare tutti i nuovi veicoli, siano essi auto, furgoni, truck e bus, dovranno ben presto obbligatoriamente essere equipaggiati con sistemi come frenata automatica di emergenza, predisposizione a etilometro integrato, riconoscimento sonnolenza e soglia di attenzione, registrazione in caso d’incidente, avviso di frenata d’emergenza, cruise control adattativo, mantenimento attivo dell’auto in carreggiata, telecamera di retromarcia o sensori di prossimità.
11/02/2019
È una vera rivoluzione quella che riguarda le biciclette prevista dal nuovo codice della strada, in discussione in Commissione Trasporti alla Camera. Nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 km orari potranno andare contromano
11/02/2019
Il governo ha deciso di mettere un freno al fenomeno della "esterovestizione", cioè alla finta residenza fiscale all'estero di una società che con questo escamotage può immatricolare un veicolo oltreconfine e avere una targa straniera, pur svolgendo la propria attività lavorativa prevalentemente in Italia.